Carello Lista d'attesa loader
+ 49 (0) 761 3881-880 Linea fisso in Germania
senza spese aggiuntive

Cerca alloggio

Prenotazione in soli 3 minuti

Hai delle domande?

Consulenza gratuita!

+ 49 (0) 761 3881-880

Linea fisso in Germania - senza spese aggiuntive

booking@visit.freiburg.de

Gruppi benvenuti!

Contatta i nostri esperti per un'offerta personalizzata per il tuo gruppo!

Modulo di richiesta
Strutture selezionate e testate dal partner ufficiale della città di Friburgo
Nessuna tassa di prenotazione
Prenota online e paga in loco
Prenotazione sicura con certificato SSL

Un excursus attraverso la storia della città di Friburgo

10 luoghi in cui è possibile vivere la storia della città

Storia, tradizione e modernità: Friburgo unisce l'esperienza derivante dalla storia con la curiosità nei confronti di un futuro sostenibile.

Come passa il tempo: nel 2020 saranno passati esattamente 900 da quando il duca Konrad I di Zähringen insieme al fratello Berthold III conferì al “castello libero” il diritto di mercato e di città. Così facendo, entrambi hanno gettato le fondamenta per l’odierna Friburgo; per questo motivo la città festeggia il suo 900° compleanno con tanti progetti ed eventi.

I seguenti luoghi mostrano dov’è che la storia della città può essere vissuta ancora oggi:

#1 La cattedrale di Friburgo: il simbolo della città

Un tempo lo storico d’arte svizzero Jacob Burckhardt designò la prominente torre della cattedrale di Friburgo come la “torre più bella sulla terra”. Alta 116 metri, avanza fino a diventare un simbolo ben visibile della città. Dalla piattaforma panoramica ad un’altezza di circa 70 metri, è possibile osservare Friburgo dall’alto. Le origini della cattedrale di Friburgo risalgono al 1200. Poiché a quell’epoca la chiesa del “castello libero” divenne troppo piccola, Bertold V dispose la costruzione della cattedrale di Friburgo. Fino alla realizzazione nel 1513 dovettero trascorrere naturalmente molti anni. La costruzione della chiesa di Friburgo fu iniziata in stile romanico.
Parti fondamentali sono tuttavia da attribuire al gotico e al tardo gotico.

Per le persone la cattedrale a Friburgo ricopre da sempre una notevole importanza. Assolutamente famose sono le finestre della chiesa. Molte sono state donate dalle corporazioni. Provengono dal periodo intorno al 1330 e con simboli come il brezel, lo stivale, la ruota del mulino o le forbici fanno riferimento all'artigianato ampiamente diffuso. Se le finestre si sono conservate fino ad oggi è grazie alla lungimiranza degli abitanti di Friburgo. Come protezione dagli attacchi aerei nella seconda guerra mondiale, per precauzione sono state allargate. Come per miracolo, la chiesa di Friburgo fu risparmiata dalle bombe.

Invece, il centro storico circostante fu distrutto per l’80 percento circa. A non essere risparmiata dalle distruzioni fu anche la Piazza della Cattedrale, quel luogo a cui nel 1120 il duca Konrad I di Zähringen conferì i diritti di mercato e di città. Ancora oggi le dimensioni del pane nell’atrio della cattedrale di Friburgo ricordano questo periodo. Nel medioevo servivano a regolamentare le dimensioni e le quantità al Münstermarkt.

Progetti dell'anniversario della città:

Blick vom Stadtgarten auf das Freiburger Münster
Blick vom Stadtgarten auf das Freiburger Münster - © FWTM-Baschi-Bender

#2 Le porte della città di Friburgo: parti delle antiche mura cittadine

Nel medioevo complessivamente cinque porte della città consentivano l’ingresso a Friburgo. Erano integrate allo stesso livello nelle mura cittadine e collegate con il cammino di ronda. Oggi si sono conservate ancora due porte della città, la Martinstor:

La più grande minaccia per la Martinstor e la Schwabentor a Friburgo non è stata rappresentata, sorprendentemente, dalle guerre combattute nel corso dei secoli. Al contrario, intorno al 1888 le due torri della città sarebbero state sul punto di soccombere alla necessità di mobilità degli abitanti di Friburgo. I progetti per una ferrovia elettrica ne prevedevano l’abbattimento. Tuttavia, il sindaco Otto Winterer si oppose con veemenza. Fece innalzare di punto in bianco la Martinstor a Friburgo da 22 a 63 metri, creò un passaggio più grande per il tram soddisfacendo così i sostenitori della demolizione. Oggi la Martinstor di Friburgo può essere visitata soltanto dall'esterno. Sul lato interno una tavola commemorativa ricorda la persecuzione delle streghe del 16° e 17° secolo.

A differenza della Martinstor, per la Schwabentor è assolutamente possibile visitarla dall’interno. Ciò presuppone una visita della chiusa delle statuette di peltro. Lì vengono rappresentati gli eventi della rivoluzione badense e della persecuzione delle streghe. Sul lato settentrionale della Schwabentor di Friburgo veglia l’uccisore del drago St. Georg, patrono protettivo della città di Friburgo. Sul lato interno della porta è raffigurato un rivenditore di sale con il suo carro. Simboleggia una bella storia su uno svevo tonto che un tempo cercò invano di comprare Friburgo. È da lui che prende il nome la Schwabentor di Friburgo.

Progetti dell'anniversario della città:

Martinstor Freiburg
Martinstor Freiburg - © Angelina Antal

#3 Sguardo verso il basso: ruscelletti di Friburgo, acciottolato e placche commemorative

Chi rivolge lo sguardo verso il basso nel centro storico può scoprire un sacco di cose. È dal medioevo che per le strade e i vicoli del centro storico scorrono i ruscelletti di Friburgo. Per l’installazione dei ruscelletti a Friburgo è stato necessario innalzare il centro storico fino a tre metri. In alcuni luoghi è visibile ancora oggi, ad esempio nelle cantine dell’Uniseum oppure della locanda zum roten Bären. I ruscelletti di Friburgo hanno creato tradizione e un proprio mestiere: il pulitore dei ruscelletti di Friburgo.

I ruscelletti di Friburgo vengono alimentati dal Gewerbekanal del centro storico superiore. Raggiungono una lunghezza di 14 - 15 chilometri, di cui 7,2 chilometri sulla superficie. Lungo i ruscelletti di Friburgo strade ripetutamente strette fatte di acciottolato conducono attraverso vicoletti idilliaci con locali, gallerie e negozi straordinari che collegano la Martinstor e la Schwabentor.

Mosaici in filigrana realizzati con ciottoli del Reno davanti ai negozi mostrano quali negozi si trovano lì. Davanti al municipio i mosaici riproducono gli stemmi delle città partner. Ad uno sguardo più attento, ovunque in città attirano l’attenzione le pacche commemorative inserite nell'acciottolato stradale. Richiamano l’attenzione sulle atrocità commesse nel periodo dell’olocausto e danno spunti di riflessione.
Progetti dell'anniversario della città:

Steinmosaik auf dem Boden
Steinmosaik auf dem Boden - © FWTM-Antal

#4 Università di Friburgo: tracce dell’America

Le persone che vivono a Friburgo sono giovani, molto più giovani della media del paese. Ciò è dovuto soprattutto all’università Albert-Ludwig di Friburgo e ai suoi circa 30.000 studenti. Dal 15° secolo Friburgo è una città studentesca conosciuta ben oltre la regione. L’Università di Friburgo fondata nel 1547 è tra le più antiche in Germania ed è ripartita in più edifici nell’area cittadina.

Nell’edificio collegiale III, di fronte alla struttura zur Lieben Hand, si trova una tavola commemorativa in memoria dello studente di Friburgo Martin Waldseemüller. Nel 1507 diede al continente americano il suo nome sulla base di un’ipotesi sbagliata. Nella vecchia università nella Bertoldstraße si trova l’Uniseum. Qui viene analizzata la vita degli studenti di Friburgo dei tempi passati con presentazioni, opere artistiche originali e allestimenti. La cantina dell’Uniseum di Friburgo permette inoltre di farsi un’idea delle costruzioni abitative del medioevo.

Progetti dell'anniversario della città:

Altes Universitätsgebäude -Uniseum
Altes Universitätsgebäude -Uniseum - © FWTM-Escher

#5 Schlossberg: ottima vista

Con una fantastica vista su Friburgo e la valle del Reno, lo Schlossberg è un’attrazione a sé stante. Soprattutto la torre dello Schlossberg alta 35 metri offre un’indimenticabile vista panoramica a 360 gradi. In passato qui troneggiava il castello medioevale insieme alla sua cittadella fortificata, oggi ci sono soltanto la torre di Bismarck e la Piazza dei cannoni a testimoniare una storia movimentata. L’adiacente giardino dei comandanti invita a farsi una passeggiata. A est della Piazza dei cannoni è possibile poi salire sulla torre. La scala che porta sulla torre dello Schlossberg è una prova impressionante dell’impegno cittadino degli abitanti di Friburgo. I costi dell’ammontare di 90.000 euro sono stati coperti da donazioni di aziende e privati.
Progetti dell'anniversario della città:

Blick vom Freiburger Schlossberg
Blick vom Freiburger Schlossberg - © FWTM-Antal

#6 Municipi in centro città: la tradizione incontra la modernità

La piazza del municipio nel centro di Friburgo è patria di tre edifici amministrativi:

Paradossalmente il Nuovo municipio è più antico dell’Antico Municipio. Fu costruito tra il 1539 e il 1545. Fino al 1891 nel Nuovo municipio erano collocate le facoltà di medicina e di scienze naturali dell’università. Oggi viene utilizzato anche come municipio, la stanza delle nozze rivestita in legno si trova ad esempio in questo edificio. L’Antico municipio invece è stato realizzato solo nel 1559 e da allora è sede amministrativa. Al piano terra con l’ufficio di informazioni turistiche nell’Antico municipio è arrivata la modernità. Subito dietro il vecchio municipio si trova l’edificio amministrativo più antico di Friburgo, ovvero il portico della giustizia. È il primo edificio amministrativo e risale al 1303.
Progetti dell'anniversario della città:
 

Neues Rathaus Freiburg
Neues Rathaus Freiburg - © FWTM-Mende

#7 Quartiere Vauban: vivere in maniera sostenibile a Friburgo

È relativamente giovane il quartiere Vauban. È la prova visibile verso l'esterno della fama di Friburgo come green city. Il quartiere Vauban è considerato un progetto modello per  abitazioni sostenibili e gode di notorietà a livello mondiale. Costruzioni passive, una climatizzazione naturale e molte altre misure rendono la nave solare e il vascello solare delle energy-plus-house che producono più energia di quanta ne consumano i relativi abitanti. Con l’eliotropio dell'architetto di impianti solari Rolf Disch, nel quartiere Vauban si trova la prima energy-plus-house del mondo. Chi è interessato può informarsi sul posto sulle tavole davanti all’eliotropio.
Progetti dell'anniversario della città:

Green City Freiburg: Houses in the district Vauban
Green City Freiburg: Houses in the district Vauban - © FWTM-Schoenen

#8 Vecchio cimitero: il segreto della bella addormentata

Un giro per il vecchio cimitero invita a fare un giro attraverso la storia di Friburgo e la storia artistica della città dal barocco fino al neoclassicismo. È qui che dal 1683 al 1872 le persone trovavano la loro ultima pace. Oggi al vecchio cimitero le persone in vita cercano relax e si godono il monumento naturale e culturale. Fino ad oggi è irrisolto il mistero della bella addormentata: la tomba di Caroline Walter al vecchio cimitero è una delle tombe più belle a Friburgo. Ancora oggi sulla tomba vengono deposti ogni giorno fiori freschi. Da dove provengono? Non lo sa nessuno.
Progetti dell'anniversario della città:

Grab der schlafenden Schönen auf dem Alten Friedhof Freiburg
Grab der schlafenden Schönen auf dem Alten Friedhof Freiburg - © FWTM-Antal

#9 Foresta cittadina di Friburgo: selvicoltura regolamentata

Friburgo è verde; non solo la mentalità dei suoi abitanti. Circa il 40 percento della superficie cittadina è composta da foreste. In tal modo, la metropoli più a sud della Germania è al contempo uno dei comuni più grandi del paese con proprietà forestali. Naturalmente non è stato sempre così. Dal medioevo, dalla cosiddetta età del legno , fino al 1883 è stata disboscata a più non posso. Soltanto in seguito ebbe inizio la selvicoltura regolamentata.

E questa dà i suoi risultati e può offrire persino un superlativo: con Waldtraut l’albero più alto della Germania si trova infatti a Friburgo. Waldtraut, l’abete ultracentenario, è alto 66,58 metri e continua a crescere. Waltraut vom Mühlwald si trova a Günterstal, quartiere di Friburgo. Un buon punto di partenza per raggiungerlo con un’escursione è il parcheggio poco dopo Günterstal a Friburgo sulla Schauinslandstraße. Sono presenti indicazioni stradali.

Progetti dell'anniversario della città:

Waldtraut vom Mühlwald - höchster Baum Deutschlands im Freiburger Stadtwaldt
Waldtraut vom Mühlwald - höchster Baum Deutschlands im Freiburger Stadtwaldt - © FWTM-Xu

#10 Schauinsland: le fondamenta per ricchezza e benessere

Per 1284 metri si innalza lo Schauinsland. Chi vuole sapere da dove deriva il nome della montagna, può superare il dislivello di 746 metri con la funivia dello Schauinsland, la teleferica più lunga della Germania. Su una lunghezza di 3600 metri è più che possibile “guardare verso il paese” dalla gondola oltre il livello del Reno, la sedia dell’imperatore fino ai Vosgi.

Lo Schauinsland è un’area di relax ideale per escursionisti, ciclisti e nordic walker. Offre innumerevoli possibilità anche per parapendisti e chi pratica sport invernali. Altrettanto interessante è una scappata allo Schniederlihof. Il  museo casale risalente a oltre 400 anni fa fa rivivere la vecchia storia della foresta nera.

Un museo del tutto diverso si trova all’interno dello Schauinsland. Nella miniera museo dello Schauinsland si è scavato per 800 anni in cerca di argento, piombo e zinco. Nel 1368 la città di Friburgo si è riscattata dal dominio dei conti per 15.000 marchi di argento, si affidò alla protezione degli Asburgo gettando così le fondamenta per ricchezza e benessere.

Progetti nell’anniversario della città: 
 

Herbst auf dem Schauinsland
Herbst auf dem Schauinsland - © FWTM-Antal