Carello Lista d'attesa loader

Cerca alloggio

Prenotazione in soli 3 minuti

Hai delle domande?

Consulenza gratuita!

+49 761 3881-1414

a tariffa locale

freiburg.booking@fwtm.de

Gruppi benvenuti!

Contatta i nostri esperti per un'offerta personalizzata per il tuo gruppo!

Modulo di richiesta
Strutture selezionate e testate dal partner ufficiale della città di Friburgo
Nessuna tassa di prenotazione
Prenota online e paga in loco
Prenotazione sicura con certificato SSL

Giorno 2

Il punto di partenza per l’itinerario di oggi è Bertoldsbrunnen, letteralmente fontana di Bertold. Non cercate, però, una classica fontana! Il "Berti", come viene anche chiamato il monumento dedicato ai fondatori della città, è per i friburghesi piuttosto un luogo di passaggio. Verrebbe quasi da pensare che il 99% dei residenti si dia appuntamento proprio qua. Da nessun'altra parte a Friburgo, infatti, c’è così movimento come tra la Kaiser-Joseph-Strasse, la Salzstrasse e la Bertoldstrasse. Qui convogliano inoltre tutte le linee dei tram cittadini.

                   

Camminando lungo la principale via dello shopping arrivate alla Porta di San Martino (Martinstor), una delle due porte di Friburgo ancora conservate. Alla fine del XIX secolo i cittadini pretesero l’abbattimento delle torri medievali, ma il sindaco di allora, Otto Winter, si oppose e anziché far abbattere la Porta di San Martino la fece alzare passando da 22 a 63 metri di altezza.

                         

Attraversate la porta e girate a sinistra, prima nella Gerberau e poi nella Fischerau. Dai friburghesi questo pittoresco quartiere viene amorevolmente chiamato "Klein Venedig", piccola Venezia. Qui, nel vecchio "sobborgo delle lumache" ("Schneckenvorstadt"), dove una volta vivevano e abitavano gli artigiani delle diverse corporazioni, regna oggi una pace assoluta. Nei vicoletti, ornati da belle e antiche facciate, accoglienti caffè e negozietti, gorgogliano i Bächle, i tipici canaletti di Friburgo dove sguazzano contente le anatre, mentre i passeri saltellano sulle stradine acciottolate. Nel negozio di pupazzi della famiglia Barleben potrete soffermarvi ad ammirare volpi, galline, cani e maiali che sono tutti di casa qui. Ma attenzione: dal 2001 nuota nel canale persino un coccodrillo e questo non è di stoffa!

Seguite la Gerberau fino all’Augustinerplatz. Durante il giorno è una piazza abbastanza tranquilla, ma nelle serate estive si trasforma in punto di ritrovo per molti giovani friburghesi che si incontrano qui per una birra. Da circa 100 anni i locali dell’ex convento agostiniano fungono da spazio espositivo per il museo più prestigioso di Friburgo, l’Augustinermuseum. L’ex chiesa conventuale e l’annesso edificio moderno ospitano una notevole collezione artistica che spazia dal Medioevo fino all’epoca barocca ed anche opere della pittura del XIX secolo. Le figure originali dei profeti e i doccioni della Cattedrale di Friburgo emanano il loro misticismo dai muri bianchi alti quasi dodici metri della navata centrale. L’Augustinermuseum è aperto tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 10.00 alle 17.00. In attesa del completamento della ristrutturazione in atto già da alcuni anni vi consigliamo di informarvi prima di una visita sugli spazi espositivi attualmente accessibili cliccando qui (link museo) o rivolgendovi all’Ufficio Informazioni Turistiche (Tourist Information).

          
Intorno all’Augustinerplatz e nella "Klein Venedig" trovate numerosissimi caffè e ristoranti. Concedetevi una sosta e rifocillatevi prima di intraprendere l’escursione pomeridiana in mezzo alla natura.

                 
Attraverso il Schlossbergring raggiungete lo Stadtgarten. Le aree verdi di questi giardini pubblici, allestiti con grande cura, si trasformano con il bel tempo in prati per picnic, centro yoga e sala concerti. L’abitante più illustre dei giardini pubblici è un maschio d’anatra il cui monumento si trova al centro di un piccolo stagno. Si narra che abbia salvato la vita a migliaia di persone durante i bombardamenti del 27 novembre 1944. La leggenda vuole, infatti, che con il suo schiamazzo abbia avvertito dell’imminente pericolo.

               
Dallo Stadtgarten fate una camminata fino allo Schlossberg, la porta d’ingresso della Foresta Nera. Un’alternativa veloce e comoda per salire sulla montagna di Friburgo è la funicolare (Schlossbergbahn) che vi porta in soli 3 minuti sulla cima. Da qui non si ha soltanto una fantastica vista sulla città e fino ai Vosgi, ma anche la possibilità di rifocillarsi in uno dei tanti ristoranti. Approfittatene per fare una passeggiata nel bosco fino a Kanonenplatz, la Piazza dei cannoni. Anche da qui ci si gode un panorama meraviglioso. Dalla Kanonenplatz un sentiero sinuoso conduce poi al ristorante Greiffenegg-Schlössle: in estate il luogo perfetto per una Radler (birra e limonata) al tramonto! Attraversando un ponte pedonale ritornate alla fine in centro città.