Carello Lista d'attesa loader

Cerca alloggio

Prenotazione in soli 3 minuti

Hai delle domande?

Consulenza gratuita!

+49 761 3881-1414

a tariffa locale

freiburg.booking@fwtm.de

Gruppi benvenuti!

Contatta i nostri esperti per un'offerta personalizzata per il tuo gruppo!

Modulo di richiesta
Strutture selezionate e testate dal partner ufficiale della città di Friburgo
Nessuna tassa di prenotazione
Prenota online e paga in loco
Prenotazione sicura con certificato SSL

Giorno 1

Benvenuti a Friburgo. Al vostro arrivo siamo lieti di accogliervi all’Ufficio Informazioni Turistiche (Tourist Information) nel Vecchio Municipio (Altes Rathaus).

          
La storia di questo edificio storico iniziò già nel XV secolo, quando il Re Massimiliano I convocò la Dieta imperiale. In tale occasione si lamentò degli angusti spazi nel Gerichtslaube, secondo lui troppo piccoli ed inadatti ad ospitare le assemblee in programma. Il Vecchio Municipio venne così ultimato nel 1559 e gran parte dell’amministrazione di Friburgo si trasferì lì.

               
Lo storico ingresso dell’edificio dal colore rosso della pietra arenaria vi conduce direttamente al nostro Ufficio Informazioni. Siamo a vostra disposizione per fornirvi piantine della città, dépliant dei luoghi da visitare ed informazioni su possibili attività a Friburgo. Vi piacerebbe vedere un concerto o prenotare una visita guidata? Anche in questo caso potete rivolgervi a noi. I nostri orari di apertura li trovate qui.

                 
Sapevate che Friburgo non ha soltanto uno, bensì diversi municipi? Proprio attaccato al Vecchio Municipio si trova il Nuovo Municipio (Neues Rathaus), che curiosamente fu costruito 20 anni prima del Vecchio Municipio. Il nome deriva dal fatto che fino al 1891 venne utilizzato dall’Università di Friburgo ed iniziò quindi a fungere da edificio amministrativo solo molto più tardi.

                     
Di fronte ai due municipi si trova l’ex Convento dei Francescani dove, secondo la leggenda, il frate Berthold Schwarz avrebbe inventato per puro caso la polvere da sparo. Quando siete davanti alla sua statua cliccate qui (link Martinskirche) per leggere maggiori informazioni su questa storia e non esitate a dare un’occhiata all’odierna Chiesa di San Martino (Martinskirche).

Da qui, passando per la Franziskanerstrasse, raggiungete ora una delle più belle Casse di Risparmio della Germania. La Sparkasse è infatti ospitata nella cosiddetta Haus zum Walfisch, bell’edificio cinquecentesco ornato da sontuosi elementi stilistici del periodo tardogotico. L’inquilino più illustre di questa casa fu l’umanista Erasmus da Rotterdam che si trasferì qui nel 1529. Sembra che il teologo e critico della chiesa fosse una persona piuttosto complicata. La cucina del Baden non gli piaceva, si sentiva disturbato dai suoi coinquilini e l’affitto gli pareva troppo alto. Per questo, dopo varie discussioni, gli venne disdetto il contratto di locazione già due anni dopo.

               
Passate adesso per la Kaiser-Joseph-Strasse. La strada principale dello shopping, chiamata anche KaJo, vi porta alla Münsterstrasse o al vicolo Marktgasse e da lì direttamente al simbolo di Friburgo, il Münster (Cattedrale).

                   
Sulla Piazza della Cattedrale, tutt’intorno alla chiesa, si tiene giornalmente (tranne la domenica ed i giorni festivi) un coloratissimo mercato dalle 7.30 alle 13.30. Dappertutto si sente il profumo della frutta, delle erbette e naturalmente della Lange Rote, una sostanziosa salsiccia alla griglia da provare assolutamente. Se la mattina siete al mercato vi consigliamo di comprare del pane fresco e un po’ di formaggio e fare poi un bel picnic.

              
Gironzolando per il mercato sulla Piazza della Cattedrale potrete ammirare alcune preziose testimonianze dell’architettura di diverse epoche, per esempio l’edificio profano del Basler Hof, eretto nel XV secolo, oppure la casa tardo barocca Wentzinger Haus. Nel sontuoso atelier, adibito dall’artista della Brisgovia Johann Christian Wentzinger anche ad abitazione, si trova oggi il Museo della Storia di Friburgo (Museum für Stadtgeschichte). Oltre a diverse opere e ad un impressionante murale del pittore stesso vengono presentati numerosi oggetti e modelli che fanno ripercorrere 900 anni di storia della città. Il museo è aperto tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 10.00 alle 17.00.

              
Sul lato est della Piazza della Cattedrale vedete una casa gialla, l’Alte Wache, risalente all’anno 1733. Nell’edificio storico in cui un tempo era stazionata la guarnigione austriaca, potete gustare oggi i vini del Baden. Concedetevi una piccola sosta per prepararvi al pomeriggio e davanti ad uno scenario storico con vista sulla Cattedrale provate vini selezionati della Brisgovia. Cosa ne dite di un leggero Pinot grigio (Grauburgunder) di Friburgo o di un frizzante Pinot rosé Brut dell’Elztal?

                
A seguire potrete ammirare l’interno della Cattedrale. Durante la settimana la si può visitare dalle 10.00 alle 11.30 e dalle 12.30 alle 16.00, mentre la domenica ed i giorni festivi gli orari di visita sono dalle 13.00 alle 17.00. C’è anche la possibilità di partecipare ad una visita guidata prenotabile all’Ufficio Informazioni Turistiche. Vale la pena anche salire sulla torre campanaria (a partire da marzo 2018 tutti i giorni fino alle ore 17.00). Da qui potrete ammirare Friburgo dall’alto e vedere da vicino le decorazioni della Cattedrale.

Solo un angolo più in là si trova la Vecchia Fabbrica della Cattedrale (Alte Münsterbauhütte). La parola fabbrica o cantiere nel Medioevo indicava l’organizzazione di tutte le persone coinvolte nella costruzione della Cattedrale. Scalpellini, tecnici della pietra e scultori erano persone altamente rispettate che, in un periodo in cui vigevano regole severissime per le corporazioni, potevano quasi completamente dare libero sfogo alla loro creatività. I requisiti più importanti per lavorare per la Cattedrale sono oggi come allora la precisione e l’amore per i dettagli. Da più di 800 anni si restaura, si pulisce e si interviene per la cura e la tutela della Cattedrale quasi ogni giorno. Vi interessa vedere gli scalpellini al lavoro e scoprire le sfide che dovevano affrontare i costruttori in epoca medievale? Nella Vecchia Fabbrica della Cattedrale avete la possibilità di prenotare una visita guidata e trovate anche fini souvenir di Friburgo.

            
Di fronte alla Vecchia Fabbrica della Cattedrale, sull'altro lato della strada all’angolo Herrenstrasse e Schoferstrasse, si trova la Curia Arcivescovile (Erzbischöfliches Ordinariat). È vero che è possibile visitare l’interno del sontuoso edificio solo se si ha un appuntamento con l’arcivescovo, ma il gentile custode permette ai visitatori di dare uno sguardo all’imponente ingresso. Possenti volte e colorate pitture decorano la rampa di scale dall’entrata fino al terzo piano. Impressionante è comunque anche la monumentale facciata finemente decorata.

                            
La Herrenstrasse vi porta sulla destra al vicolo Münzgasse e poi alla Konviktstrasse. Questo pittoresco vicoletto, una delle strade più antiche di Friburgo, vi fa passare tra affascinanti luminarie in inverno e magnifiche ghirlande di fiori in estate e vi conduce fino alla Marienbrunnen, la fontana barocca davanti alla Porta degli Svevi (Schwabentor). La porta medievale, alta 60 metri, fu integrata nella cinta muraria a difesa della città e dei cittadini. L’unica possibilità di vedere una volta tanto la Porta degli Svevi da dentro è visitare il Zinnfigurenklause. Vale in ogni caso la pena fare una visita al cosiddetto "Eremo" delle figurine di stagno perché qui più di 10.000 esemplari, amorevolmente realizzati nei dettagli, presentano in varie vetrine fatti storici avvenuti nel Baden e nei dintorni durante le diverse epoche storiche. Il piccolo museo è aperto tutti i giorni da maggio a ottobre (tranne il lunedì).

              
Lasciandovi alle spalle la Porta degli Svevi passeggiate adesso lungo la Salzstrasse. Nostalgiche lanterne e storiche facciate di case con finestre abbellite da fiori ornano una delle più importanti vie commerciali di Friburgo. Dirigendovi verso Bertoldsbrunnen, dove per oggi si conclude il vostro giro, vedrete sulla sinistra la locanda "Zum Roten Bären", considerata la più antica locanda della Germania. In questo ristorante potete fermarvi anche oggi e godervi il fascino dei tempi passati.