Carello Lista d'attesa loader

Cerca alloggio

Prenotazione in soli 3 minuti

Hai delle domande?

Consulenza gratuita!

+49 761 3881-1414

a tariffa locale

freiburg.booking@fwtm.de

Gruppi benvenuti!

Contatta i nostri esperti per un'offerta personalizzata per il tuo gruppo!

Modulo di richiesta
Strutture selezionate e testate dal partner ufficiale della città di Friburgo
Nessuna tassa di prenotazione
Prenota online e paga in loco
Prenotazione sicura con certificato SSL

Giorno 1

Benvenuti! Il giro inizia con una storia esplosiva nel cuore del centro storico, sull’odierna Piazza del Municipio. Si narra che qui il monaco francescano Berthold Schwarz abbia inventato per caso la polvere da sparo alla metà del XIV secolo. La leggenda vuole che Bertoldo il Nero, durante degli esperimenti di alchimia, abbia lasciato sul forno una mistura di salnitro, zolfo e carbone di legna causandone così l’esplosione. Anche se questo aneddoto non sembra corrispondere del tutto alla verità, un monumento in ricordo del monaco orna la piazza davanti alla Chiesa di San Martino (Martinskirche).

                       
Proprio di fronte alla statua vedete il municipio o meglio i municipi di Friburgo perché la città vanta più di una sede amministrativa. Sulla vostra sinistra si trova il Nuovo Municipio (Neues Rathaus), edificato tra il 1539 ed il 1545 unendo due magnifici edifici rinascimentali.

                  
Nelle storiche mura dell’edificio adiacente, il Vecchio Municipio (Altes Rathaus), si trova oggi l’Ufficio Informazioni Turistiche (Tourist Information). Qui siamo a vostra completa disposizione per qualsiasi domanda, vi forniamo piantine e dépliant della città e vi diamo informazioni sugli eventi che si tengono a Friburgo durante il vostro soggiorno. Non esitate ad entrare! L’appariscente facciata dal colore rosso della pietra arenaria vi indicherà l’accesso.

                      
Dalla Piazza del Municipio dirigetevi ora verso la Kaiser-Joseph-Strasse, la principale strada dello shopping di Friburgo, passando davanti alla storica casa Haus zum Walfisch. Se avete tempo e voglia andate alla ricerca della scimmietta intenta a mordere una mela (riferimento in senso lato al modo di dire tedesco "mordere una mela aspra", che equivale all’italiano "ingoiare il rospo").

Da lontano si riconosce già la guglia del Münster (Cattedrale). Per raggiungere il simbolo di Friburgo seguite semplicemente la Marktgasse, la Münsterstrasse o il profumo della “Lange Rote”. Questa salsiccia alla brace, originale di Friburgo, viene prodotta regionalmente così come la maggior parte dei prodotti che potrete assaggiare al mercato intorno alla Cattedrale tutti i giorni (tranne la domenica e i festivi) tra le 7.30 e le 13.30. Addentrandovi tra le bancarelle di frutta fresca, verdura, fragranti erbette e profumati fiori fate un giro intorno alla Cattedrale e ammirate gli edifici storici risalenti a diverse epoche. Che si tratti dell’Antico Palazzo del Commercio (Historisches Kaufhaus), costruito nel XVI secolo e riccamente decorato oppure del Kornhaus, edificato intorno al 1500 o ancora del Palazzo Arcivescovile (Erzbischöfliches Palais) in stile barocco: il patrimonio architettonico sulla Piazza della Cattedrale è impressionante.

                        

Naturalmente ci sono molte cose da scoprire anche contemplando la Cattedrale stessa. Ammirate "la più bella torre sulla terra" o andate alla ricerca del doccione più famoso della Cattedrale, quello del "sedere scoperto". La figura nuda, dalle sembianze umane, protende verso l’osservatore il suo didietro senza veli: l’opera di uno scalpellino che probabilmente voleva esprimere la sua indignazione per essere stato pagato troppo poco o in ritardo.

             
Chi vuole visitare l’interno della Cattedrale lo può fare durante la settimana dalle 10.00 alle 11.30 e dalle 12.30 alle 16.00. Gli orari di visita la domenica e i giorni festivi sono dalle 13.00 alle 17.00. Vengono offerte anche visite guidate che potete prenotare all’Ufficio Informazioni Turistiche (Tourist Information).

Per il pranzo si presta uno dei ristoranti intorno alla Piazza della Cattedrale oppure cosa ne direste di provare la “Lange Rote” al mercato? Un’ulteriore possibilità per pranzare in mezzo ai friburghesi la trovate dirigendovi verso un’altra attrazione, la Porta di San Martino (Martinstor). Lasciate la Piazza della Cattedrale dal lato sud. Diversi vicoli vi portano alla Salzstrasse e poi alla Grünwälderstrasse. Qui, in un piccolo cortile poco prima della Porta di San Martino, si trova l’ingresso della Markthalle. In questo mercato coperto numerosi cuochi preparano ed offrono nei loro stand prelibatezze dell’Asia, dell’America Latina, dell’Europa e dell’Oriente.

                                    
Dopo il meritato ristoro attraversate adesso una delle due porte medievali ancora conservate. Passate per la Porta di San Martino lasciandovi alle spalle il centro. Sulla sinistra inizia quella che una volta era chiamata "Schneckenvorstadt" ovvero sobborgo delle lumache. Qui un tempo lavoravano ed abitavano artigiani appartenenti a diverse corporazioni. Concedetevi un po’ di tempo per passeggiare tranquillamente tra le pittoresche stradine della Gerberau e della Fischerau e per godervi l’affascinante atmosfera delle facciate storiche e degli idilliaci Bächle, i canaletti di Friburgo. "Klein Venedig", piccola Venezia, viene chiamato dai friburghesi questo incantevole quartiere con i suoi piccoli caffè e i suoi deliziosi negozi. Attenzione, però, agli animali selvatici! Nel canale, dal 2001, nuota un coccodrillo!

Dalla Gerberau si giunge all’Augustinerplatz. Qua, in estate, si incontrano soprattutto i giovani di Friburgo per una birra dopo il lavoro. La scalinata sulla piazza ed un paio di caffè invitano a sedersi e fare due chiacchiere. Qui, all’"Augustiner", si trova anche l’omonimo museo, un gioiellino architettonico, conosciuto ben oltre i confini della città per il suo elegante connubio tra struttura originale ed elementi moderni. La vasta collezione artistica e storico-culturale dal Medioevo fino all’epoca barocca fa dell’Augustinermuseum uno dei musei più prestigiosi della Germania meridionale.

                

Poco lontano, alla fine della Salzstrasse, si trova la locanda "Zum Roten Bären", considerata la più antica locanda della Germania. Nell’imponente edificio a tre piani in stile barocco si rifocillavano già più di 700 anni fa commercianti, viaggiatori e residenti.

                        

Proseguendo per la Salzstrasse, in direzione opposta del centro, si arriva subito alla seconda porta medievale, la Porta degli Svevi (Schwabentor), edificata nel XIII secolo ed integrata nella cinta muraria a difesa dei cittadini. Con un po’ di pazienza troverete, sopra l’ingresso della porta, il piccolo rilievo dello "Spinario". Un’espressione sofferente del viso orna la grande testa della figura senza collo che si toglie una spina dal piede. Questo simbolo che risale all’antichità funge da monito a non lasciare la retta via. Ecco perché anche voi, adesso, vi girate di nuovo e seguite la Salzstrasse in senso contrario fino a Bertoldsbrunnen che costituisce lo snodo centrale del traffico tranviario di Friburgo. Qui si conclude anche il vostro giro.